Chi sono

Un architetto, un’amante del bello, una persona curiosa, e a detta degli altri una visionaria…

Parlare di se, raccontarsi, credo che sia una delle cose più difficili da fare soprattutto quando la poliedricità ha da sempre contraddistinto e influenzato il proprio percorso formativo e lavorativo.

Per questo spero, attraverso queste pochissime righe, di riuscire non solo a fornire un’idea di “chi sono” ma anche di far nascere in chi le leggerà il desiderio di volermi conoscere meglio. In che modo? Guardando dei miei lavori o contattandomi.

Ma ritorniamo a me… sono fiera di affermare che tutta la mia attività lavorativa passata, attuale e spero anche futura ha avuto origine da forti passioni, curiosità ed interessi di vario genere che prendendo forma nel corso del tempo mi hanno dato la possibilità di esprimermi come professionista.

La passione per l’arte e per la bellezza, il forte interesse per la comunicazione e l’economia immobiliare mi hanno permesso di poter svolgere un attività lavorativa di ricerca, progettazione, consulenza e formazione intensa che ha spaziato dal Design all’Interior Architecture, dalla Grafica / Editoria al Web, dalla Bellezza al Reale Estate.

In ogni campo in cui ho lavorato ho sempre cercato di dare un contributo utile e significativo.
L’ Eyebrow Tracer con tutta la relativa attività formativa che ne è scaturita e Malamente ne sono un vivido esempio.

Quando ideai e brevettai l’ Eyebrow Tracer – strumento professionale specifico per le sopracciglia realizzato interamente in Italia che ha rivoluzionato il modo di tracciare le sopracciglia tanto da meritarsi il palco del 29° Congresso di Estetica Applicata di LNE – il mio scopo era duplice: colmare una lacuna nel campo della bellezza e contribuire ad un miglioramento delle condizioni lavorative del professionista.

Lo stesso dicasi dell’attività formativa generatasi in seguito, che mira a specializzare il professionista nella gestione sia di uno spazio complesso come il volto ed i suoi elementi che nell’imparare a valorizzare la persona nel rispetto delle caratteristiche di unicità.

Anche attraverso Malamente – agenzia di comunicazione – ho voluto creare qualcosa di fattivo. Un’agenzia capace di far prendere forma